Cos’è il TTouch®

Che cos’è il Metodo Tellington TTouch®

È un approccio empatico e rispettoso a quello che è il mondo animale. Aiuta a trovare equilibrio, sia fisico che mentale, aiuta a rilasciare le tensioni, da una maggior consapevolezza del proprio corpo.

Il suo grande merito è di offrire una molteplicità di strumenti, per questo risulta utile in molte situazioni come educazione e gestione quotidiana, modificazione dei comportamenti indesiderati e problemi fisici.

Per quanto riguarda il lavoro sui cani si divide in tre parti principali: il lavoro sul corpo con TTouches e bendaggi, il lavoro a terra sugli ostacoli, e esercizi di conduzione al guinzaglio.

I TTouches sono piccoli movimenti generalmente circolari. Possono essere fatti su ogni parte del corpo e usando diverse parti della nostra mano. A seconda del tocco che si usa e della zona su cui si lavora, si avrà un effetto diverso.

Il bendaggio con fasce elastiche che contengono senza impedire i movimenti, si può fare in diversi modi, favorisce la calma e l’autocontrollo, risultando quindi utile in caso di cani molto eccitabili, paurosi o reattivi. Favorisce anche la propriocezione e la coordinazione dei movimenti, si è dimostrato molto utile nel caso di cani con problemi di deambulazione multifattoriali.

ll lavoro a terra viene fatto camminando attraverso “ostacoli” che hanno un’altezza minima. Serve per aumentare le capacità di apprendimento dei nostri animali e la concentrazione, svilupparne la fiducia, l’equilibrio e la coordinazione.

Nel Metodo Tellington TTouch® si usano vari tipi di equipaggiamento per condurre il cane nel modo più adatto. Questi esercizi sono utili per cani che tirano al guinzaglio, o al contrario si bloccano, che “si lanciano” verso altri cani o persone, o che sono in qualche modo scoordinati nei movimenti o non in equilibrio.

Il Metodo Tellington TTouch® è fondamentalmente una forma di comunicazione.
Noi forniamo delle informazioni al sistema nervoso, il quale le elabora e le interpreta. Per dare queste informazioni, possiamo utilizzare diversi “strumenti” quali mani, piume, bende oppure possiamo condurre un animale attraverso degli ostacoli o un labirinto (“il percorso della fiducia”), facendogli compiere un certo tipo di movimenti. In altri termini, forniamo informazioni tattili, propriocettive e vestibolari all’area sensoriale del sistema nervoso.